“Istituiremo l’assessorato all’agricoltura, incredibile non averlo avuto”

“Mettiamo in campo una classe dirigente che ascolta chi produce sul territorio”.

Un’altra iniziativa diretta alla risoluzione dei problemi della comunità di Rossano ed al rilancio del territorio. Alla delegazione comunale il comitato #RossanoPulita ha organizzato un dibattito sull’agricoltura dal titolo “Agricoltura sostenibile, prospettive della piana di Sibari” per comprendere le esigenze di chi opera nel settore e dare delle risposte chiare, senza mezzi termini, prendendo degli impegni con cittadini e agricoltori.

Il dibattito moderato da Elisa Romano, dirigente regionale dei Verdi, è stato introdotto dagli interventi di Mario Sapia, tecnico agronomo, e Antonio Di Leo, presidente del Centro Sperimentale ARSAC di Crosia, i quali hanno descritto alla platea la stato attuale del settore dell’agricoltura che tutt’ora rappresenta la fonte principale del PIL calabrese e prospettato quali saranno le evoluzioni future, con particolare riferimento all’esigenza di sfruttare i fondi PSR ed al bisogno di trovare forme di aggregazione utili a rendere più competitive le colture locali.

Nel corso del dibattito sono intervenuti in tanti tra cittadini, agricoltori, associazioni di categoria e sindacati, tra cui Giovanni Petrelli del movimento Raggio di Sole; Ranieri Filippelli, presidente della Coldiretti ed Antonio Astorino dell’UCI, i quali hanno sottolineato l’importanza di avere delle istituzioni attente al settore agricolo e l’esigenza di fermare la cementificazione del suolo puntando alla creazione di reddito per i giovani attraverso l’agricoltura.

Durante le conclusioni Flavio Stasi, candidato a sindaco per la coalizione #RossanoPulita, ha definito “incredibile non aver avuto, negli ultimi decenni, un assessorato all’agricoltura. Questo dimostra che la classe dirigente ha puntato su altro, trascurando colpevolmente la principale fonte di reddito per la Calabria e la Piana di Sibari. Se siamo in enorme crisi è anche a causa di questo. Noi intendiamo istituire l’assessorato all’agricoltura per rilanciare il settore e dare delle risposte a tutti coloro che stanno investendo ed intendono investire nella agricoltura di qualità”.

Sono state inoltre elencate le misure che una virtuosa amministrazione comunale può mettere in atto sia per rilanciare il settore che per favorire l’aggregazione degli agricoltori a partire dalle politiche fiscali: “diffidate da chi dice che in certi settori non può far nulla. Una buona amministrazione comunale può incidere su ogni aspetto e deve dare una direzione precisa al territorio usando ogni mezzo a propria disposizione a partire dalle politiche fiscali”.

Una prima giornata di dibattito, dunque, che mette al centro finalmente l’agricoltura, una giornata di ascolto delle esigenze del settore ma anche di impegni chiari, che dimostrano ancora una volta come la coalizione #RossanoPulita punti all’ascolto di tutta la comunità ed abbia una idea precisa di sviluppo della città, di rilancio dell’economia del territorio e di come creare nuovi posti di lavoro.

Tutto questo anche in risposta ed in aperta contrapposizione ad i tanti faccendieri, professionisti, persino qualche pseudo-medico, che in queste settimane va promettendo in giro posti di lavoro o i soliti diritti trasformati in favori in cambio del voto.

Una pratica che sconfiggeremo con la coerenza, la chiarezza dei contenuti ed il lavoro quotidiano su cui si baserà la nuova classe dirigente.

Comitato #RossanoPulita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *