Livellari: al via il procedimento semplificato di affrancazione

Livellari: al via il procedimento semplificato di affrancazione



Il consiglio comunale ha affrontato un tema a sicuro vantaggio della collettività. Un significativo cambio di rotta rispetto al passato che manifesta l’assunzione di un grande senso di responsabilità da parte della Amministrazione Comunale della città unica nell’ottica della trasparenzaefficienza ed efficacia dell’azione amministrativa.



Un primo passaggio, ma importante e necessario per proseguire nella unica direzione che questa amministrazione si è prefissata sin dall’inizio del mandato “Ripristinare la legalità“ e intraprendere finalmente quel percorso finalizzato a mettere ordine ad una questione atavica in ordine alla quale le precedenti amministrazioni dei comuni estinti si sono interrogate senza però nessun risultato concreto, e quindi, non riuscendo ad approntare alcuna azione risolutiva della questione.



Non sarà l’unico consiglio comunale sul tema, solo un primo step fondamentale per iniziare a dare ordine alle porzioni di territorio appartenenti al demanio civico comunale E le terre a livello.



In tal senso la delibera approvata in Consiglio Comunale rappresenta inevitabilmente un tassello importante per la regolarizzazione di posizioni sinora trascurata, per cui l’ente avrà modo di realizzare corrispondenti entrate derivanti dai capitali di affrancazione, legittimazione e liquidazione degli usi civici.


Attraverso il deliberato vengono pertanto forniti i necessari indirizzi agli uffici competenti al fine di procedere celermente alla applicazione del procedimento semplificato nel termine di scadenza previsto dalla Legge Regione Calabria n° 18/2007 e fissato al 31 dicembre 2020 e di individuare il valore medio di riferimento da adottare per la determinazione unitaria delle somme previste per il versamento al comune di Corigliano-Rossano da parte dei cittadini relativamente ai Procedimenti di Affrancazione del Canone livellario, di Legittimazione e di Liquidazione degli usi civici per le aree con destinazione urbanistica edificatoria, commerciale, agricola o industriale, ovvero aree parzialmente o completamente edificate o pertinenze di fondi urbani, secondo le modalità previste dal citato articolo n° 28 L.R. 18/2007.


La delibera prevede inoltre la immediata attivazione dello sportello usi civici quale servizio di informazione ed assistenza da erogare ai cittadini ed ai tecnici per la presentazione delle domande di affrancazione del canone livellario e della legittimazione e liquidazione degli usi civici.




La maggioranza Consiliare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *